Andrea Cumini – Cumini Casa

HomePodcastSmall Talks withAndrea Cumini – Cumini Casa
Andrea Cumini – Cumini Casa
Visualizza il transcript

L’azienda nasce come azienda di famiglia nel 1948 e si specializza nella vendita di mobili e oggettistica per la casa.

Per Andrea la pandemia ha fatto sì che l’Italia accelerasse il processo di portarsi ad un livello tecnologico simile agli altri paesi europei. Una certa costrizione all’utilizzo delle nuove tecniche ha fatto sì che il popolo italiano, restio alle nuove tecnologie, abbia capito che se utilizzate nella maniera corretta sono un valore aggiunto. Il brand utilizza da dieci anni connessioni remote con l’estero e questo li ha fatti trovare preparati all’evento nel settore italiano.

Come i vostri progetti traggono vantaggio dagli strumenti digitali?

Prima la struttura era molto fisica e onerosa, ora prima avviene il lancio del prodotto poi la produzione fisica. Molto importante l’aspetto fotografico: nonostante il set luci sia fondamentale per valorizzare le trasparenza, uno smartphone produce foto importanti. Il fatto di avere uno studio in azienda permette di evitare lo spostamento dei prodotti.

Come si sta evolvendo il consumatore nel vostro settore?

C’è stato un innalzamento dello stato percepito medio della qualità, polarizzando il mercato sulla qualità o sul prodotto da prezzo. La cognizione che quest’ultimo non durerà nel tempo come il prodotto di qualità è ormai consolidata.

Segnali distintivi della qualità sono la diffusione della metodologia di lavoro; è un gesto significativo dal punto di vista del marketing, facendo salire il percepito.

Quali sono le differenze tra i consumatori italiani ed esteri?

Principalmente all’estero ci si focalizza sui grandi centri urbani dove c’è un bacino d’utenza superiore. In Italia i centri urbani sono ridotti in quanto circondati da moltissime cittadine e grandi paesi. Questi ultimi risentono della tradizione familiare difficilmente sradicabile. Questa tradizione è un valore aggiunto nel caso della qualità ma si tratta di una cerchia di popolazione molto ristretta.

Prospettive per il futuro?

L’ottimismo è la base. Acquisire nuove competenze e riposizionare il modello di business ogni anno. Importante è lavorare in un ambiente positivo, giovane con anche dei momenti ludici, perché la noia livella verso il basso.

// PARTECIPA

Andrea Cumini

CEO – Cumini Casa

// CONDUCE

Giulio Riccardi

Digital Business Advisor – Heply

Ascolta altri podcasts

.company {(

name: 

Heply S.r.l.

vat: 

IT02950460309

share_capital: 

55.555,00 €

rea: 

UD – 351048

}}

.headquarter_Udine {(

address: 

Viale del Ledra, 56

city: 

Udine (UD)

phone: 

+39.0432.1698253

}}

.legal {(

personal: 

privacy

navigation: 

cookie

invoice: 

[email protected]

}}