Francesco Agostinis – Loop

HomePodcastSmall Talks withFrancesco Agostinis – Loop
Francesco Agostinis – Loop
Visualizza il transcript

Loop è un’azienda che si occupa di advertising on-line e di e-content.

È nata nel 2017 quando Francesco e Valerio, socio e co-founder, decidono di espandersi, in quanto i brand personali crescevano, le richieste aumentavano e soprattutto era conveniente creare un sistema fiscale adatto a quelle che erano le richieste del mercato.

Ora Il Brand conta 33 persone, è un’azienda liquida ovvero è formata da collaboratori, non ha una sede fisica e ha un ufficio di rappresentanza a Milano. L’obiettivo che si pongono è continuare a crescere e collaborare con clienti che diano sempre più soddisfazioni ovvero vederli crescere e ottenere grandi risultati.

Francesco specifica che Loop è un’azienda non un’agenzia.

Spiega che le agenzie, pur essendo passati 10 anni, hanno perso la gara del digitale perché o non erano pronte quando è arrivato o hanno strutture non adatte a quello che è il mercato attuale in continua evoluzione. Queste faticano ad aggiornarsi ed hanno dei modelli di pricing, di gestione e di approccio al mercato sempre meno apprezzati dai clienti.

Francesco osserva che un’agenzia tradizionale, se comincia a formarsi, a crescere, a ottimizzare i propri sistemi interni e il proprio modo di fare Digital Marketing può ancora partecipare al gioco.Non servono chiamate a freddo da parte degli account ma creare contenuti che attirino clienti. Nel 2021 un’agenzia che vuole avere successo sta attenta a quello che succede nel mercato e si adatta ai cambiamenti in modo rapido.

In Italia c’è tanta voglia di digitale, innovazione, di cambiare il modo di fare business soprattutto per le nuove generazioni di imprenditori.

Da parte sua per attrarre clienti, Francesco crea almeno un contenuto nuovo al giorno sui propri canali LinkedIn, sulle varie community di Facebook e Instagram. Producendo molto contenuto, di tipo diverso, in tanti formati diversi, in tanti luoghi diversi, raggiunge milioni di persone ogni mese pur rischiando che la gente non riesca ad apprezzare.

Quando un’azienda ha intenzione di essere seguita da Loop, quest’ultimo valuta se ha senso collaborare perché viene fatta moltissima selezione, evitando clienti ai quali non possono portare valore o clienti che non rispettano alcuni standard per produrre qualità, non fatturato. Quando la scelta c’è, il cliente è disponibile, ci sono i budget necessari, si può cominciare a lavorare ottenendo risultati.

Essendo tutti i freelance in Loop, Francesco tende a bilanciare il carico di lavoro non sovraccaricando il sistema in modo da non vivere l’esperienza in modo negativo.

Per quanto riguarda le PMI, nel caso debbano investire su Facebook, Francesco consiglia di pensare ai propri clienti, a chi stanno comunicando e cosa vogliono comunicare. E’ necessario studiare l’audience verso il quale andranno a parlare. Dovranno studiare la parte tecnica altrimenti si verrà sprecare budget in quanto le PMI potrebbero essere efficaci nella comunicazione ma non efficienti. Non dovranno avere fretta investire il budget necessario. Facendo un esempio relativo ad un ecommerce, il titolare deve capire che quello che non paga in affitto deve investirlo in pubblicità.

Nel futuro di Loop c’è un costante desiderio di clienti che vogliono investire sulla loro crescita. Aiutarli a crescere e lavorare in rapporto di partnership vera e propria in modo che diano al team lo spunto per fare meglio.

// PARTECIPA

Francesco Agostinis

Co-Founder – Loop

// CONDUCE

Andrea Virgilio

CEO & CHO – Heply

Ascolta altri podcasts

.company {(

name: 

Heply S.r.l.

vat: 

IT02950460309

share_capital: 

55.555,00 €

rea: 

UD – 351048

}}

.headquarter_Udine {(

address: 

Viale del Ledra, 56

city: 

Udine (UD)

phone: 

+39.0432.1698253

}}

.legal {(

personal: 

privacy

navigation: 

cookie

invoice: 

[email protected]

}}