Stefano Mainardi – SparkFabrik

HomePodcastSmall Talks withStefano Mainardi – SparkFabrik
Stefano Mainardi – SparkFabrik
Visualizza il transcript

Sparkfabrik nasce sei anni fa e si occupa di sviluppo di applicazioni cloud native e infrastrutture cloud. Modernizza software legacy o sviluppa, progetta e si occupa del design di applicazioni moderne su progetti greenfield. L’obiettivo è, oltre che modernizzare applicativi e infrastrutture, quello anche di portare un modello cloud-native all’interno delle aziende.

Cloud-native non è una caratteristica ma un approccio metodologico che nasce con l’idea di dare una risposta su come poter fare reagire il business aziendale In tempi rapidi alle richieste mutevoli del mercato. Il covid ha permesso alle aziende con questo tipo di infrastrutture e architetture, di adeguarsi al cambiamento drastico del ripensamento del proprio modello di business.

Partendo dall’esempio della perdita di dati del datacenter del OVH, Sparkfabrik si occupa anche di portare cultura, capire l’importanza di determinati approcci, come mettersi in sicurezza, avere strategie per rispondere a incidenti e come si possa avere il totale controllo dei dati personali.

Realizzare un’applicazione cloud-native non si tratta solamente di portare un applicazione in cloud ma è anche sviluppare un’applicazione resiliente per dare la sicurezza che il cloud può offrire. Ad esempio la distribuzione del dato su più cloud, distribuirlo parzialmente in casa e parzialmente sul cloud o distribuire le copie su più Data Center.

Per fare ciò Sparkfabrik si impone di essere al passo con i tempi perciò punta molto sulla formazione continua e la trasparenza. Tanto più un’azienda è trasparente, tanto più riesce ad essere efficace e tutto ciò si evince dal loro PlayBook on-line.

La sfida posta dalla pandemia per Sparkfabrik è stata quella di lavorare completamente da remoto per un periodo prolungato. Questo porta ad una mancanza di relazioni dirette dirottate su moltissime call che a lungo andare creano distrazione.

Il Brand sostiene attivamente l’Open Source. Rendendo pubblico il proprio lavoro, come si evince dal PlayBook, è un vantaggio verso i propri clienti ed un vantaggio per le persone che entreranno a far parte di quella organizzazione.

// PARTECIPA

Stefano Mainardi

CEO – SparkFabrik

// CONDUCE

Andrea Virgilio

CEO & Chief Happiness Officer – Heply

Ascolta altri podcasts

.company {(

name: 

Heply S.r.l.

vat: 

IT02950460309

share_capital: 

55.555,00 €

rea: 

UD – 351048

}}

.headquarter_Udine {(

address: 

Viale del Ledra, 56

city: 

Udine (UD)

phone: 

+39.0432.1698253

}}

.legal {(

personal: 

privacy

navigation: 

cookie

invoice: 

[email protected]

}}