Gianluca Tesolin – Bofrost

HomePodcastSmall Talks withGianluca Tesolin – Bofrost
Gianluca Tesolin – Bofrost
Visualizza il transcript

Gianluca Tesolin è l’amministratore delegato di BoFrost Italia, azienda che si basa sulla vendita di prodotti surgelati e freschi door-to-door.

Il percorso commerciale nasce in Germania nella metà degli anni 60 e si evolve grazie alla fusione con un grande player nella fornitura del gelato gestita da Roncadin Edoardo, un emigrante italiano.

Quando nell’87 Roncadin vende la sua quota e rientra in Italia, grazie al know how tedesco e alla velocità italiana, fonda BoFrost Italia.

Tesolin entra in azienda negli anni ‘90 e vede in dodici anni la sua evoluzione da commercialista ad amministratore delegato raggiungendo 2400 dipendenti con un fatturato di 313 milioni ed un milione come pacchetto clienti.

Viene chiesto come si pone il brand dal punto di vista evolutivo e viene risposto che se apparentemente il settore door-to-door sembra statico, questo è in continua evoluzione.

Il cliente, con il passare del tempo, non è più lo stesso. Il digitale gli permette di essere costantemente aggiornato. E’ sensibilizzato da argomenti quali sostenibilità, tracciabilità, ingredientistica e provenienza delle materie prime, le quali garantiscono la salubrità del prodotto.

Un punto di orgoglio è dato dalla contrattualistica offerta ai dipendenti. Il lungo termine li stimola e li fidelizza. Nonostante questo influisca sui costi, crea benefici in termini di produttività e di cura del cliente.

Andrea si sofferma su quest’ultimo punto e sottolinea che in questo modo il cliente ripone, grazie a questo, la propria fiducia nel brand. Un brand unico, costituito da fornitori esterni che però realizzano prodotti sulla base delle ricette formulate da BoFrost.

Tesolin sottolinea che l’attenzione riposta nella qualità del cibo è altissima al punto da essere tranquillamente assunto anche dai più piccoli. I minuziosi processi di testing eseguiti quotidianamente su ogni lotto, permettono di escludere qualsiasi pericolo chimico batteriologico, fornendo al cliente qualità, sicurezza e gusto. Tutto questo è dato dal fatto che la maggiore voce di investimento sia il controllo qualità.

Andrea chiede se il rapporto tra venditore e cliente sia stato penalizzato dalla pandemia in quanto, in molti casi, si instaura uno speciale legame che porta il venditore ad entrare fisicamente nelle case, illustrando e commentando i prodotti a catalogo.

Tesolin descrive l’attenzione e la rigorosità con cui sono state messe in atto le regole sanitarie fornendo ai venditori di tutti i DPI necessari. Questi ultimi non potendo entrare nelle case hanno ugualmente dato prova di professionalità che è stata ampiamente apprezzata dal cliente portando addirittura un aumento delle vendite.

Specialmente durante il periodo pandemico si sono creati numerosi competitor, ma grazie alla storica esperienza, molte delle soluzioni proposte erano già state valutate e testate in passato, garantendo una sicura solidità del brand. Il modello pre-esistente adattato alle nuove normative ha soddisfatto i clienti storici e nonostante la crisi è riuscito a fidelizzarne di nuovi.

E’ stato stipulato anche un accordo con un colosso come Amazon il quale ha leggermente ampliato il portafoglio clienti ma ha spinto l’azienda ad un rinnovamento ed ottimizzazione  delle tempistiche di consegna.

Come si rimane competitivi in un mondo in cui l’esperienza di consumo è soggetta a continui cambiamenti?
Come si è strutturata l’evoluzione innovativa dell’intero modello di business di Bofrost?

Ce ne ha parlato il nostro ospite Gianluca Tesolin, CEO di Bofrost.

// PARTECIPA

Gianluca Tesolin

CEO – Bofrost

// CONDUCE

Andrea Virgilio

CEO & CHO – Heply

Ascolta altri podcasts

.company {(

name: 

Heply S.r.l.

vat: 

IT02950460309

share_capital: 

55.555,00 €

rea: 

UD – 351048

}}

.headquarter_Udine {(

address: 

Viale del Ledra, 56

city: 

Udine (UD)

phone: 

+39.0432.1698253

}}

.legal {(

personal: 

privacy

navigation: 

cookie

invoice: 

[email protected]

}}